Fenomeno in espanzione

L' ESTENSIONE DEL FENOMENO

Sono più di mezzo milione (520 mila), le donne dai 14 ai 59 anni che nel corso della loro vita hanno subito almeno una violenza tentata o consumata; si tratta del 2,9% del totale delle donne di 14-59 anni. Sono 118 mila (0,7%) le donne della stessa età che hanno subito almeno una violenza nei tre anni precedenti l'intervista.

Hanno tra i 25 e i 44 anni le donne che più frequentemente hanno subito o tentano stupro nel corso della vita (3.6 % della stessa classe di età), mentre le giovani di età inferiore ai 24 anni hanno un tasso di vittimizzazione più basso (1,9%). Focalizzando l'analisi sugli ultimi tre anni le donne più giovani risultano invece le più vittimizzate, essendo le uniche che presentano tassi superiorio a quello complessivi ( 1,4% negli ultimi tre anni contro una media dello 0,7%).

Il fenomeno è più diffuso al Nord (3,4% Nord-est e 3,3% Nordo-ovest) e nei comuni centro delle aree metropolitane (3,6%), mentre i tassi sono via via più bassi al diminuire della dimensione demografica. Concentrando l'analisi sugli ultimi tre anni, si affievoliscono le differenze territoriali, fatta eccezione per i comuni più piccoli, con meno di 2 mila abitanti, che presentano i tassi più bassi (0,2%).

 

GLI AUTORI E I LUOGHI DELLE VIOLENZE SESSUALI

Gli autori delle violenze (tentate o consumate), contrariamente a quelli delle molestie, sono soprattutto persone conosciute, se non addirittura intime, delle vittime: nel corso della vita, solo il 18,3% delle vittime è stata violentata da un estraneo e il 14,2% da un conoscente di vista. Per il resto sono gli amici ad essere più frequentemente i violentatori (23,5%), seguiti dai datori o colleghi di lavoro (15,3%), dai fidanzati/ex fidanzati (6,5%), dai coniugi/ex coniugi (5,3%).

Nel caso poi delle sole violenze consumate, l'autore è un amico delle vittime addirittura nel 23,8% dei casi, il coniuge o il convivente (o l'ex coniuge/convivente) per il 20.2% o il fidanzato o l'ex fidanzato per il 17,4%, mentre le violenze da parte di estranei riguardando appena il 3,5% delle donne che hanno subito violenze sessuali tentate o consumate una maggiore presenza degli amici (29%), dei fidanzati (11,1%) e dei coniugi/ex coniugi o dei conviventi/ex conviventi. 

Come deriva facilmente dalla tipologia degli autori della violenza, i luoghi più a rischio sono quelli più familiari per le donne: il 15,8% delle vittime ha subito violenza, tentata o consumata, a casa propria o negli spazi attinenti, l'11,8% al lavoro o negli spazi circostanti, il 9,3% a casa di amici, di parenti o di conoscenti e un ulteriore 6,9% a casa dello stesso aggressore. Nel corso della vita, dunque, complessivamente, oltre il 43,8% delle donne che ha subito uno stupro o un tentativo di stupro lo ha subito appunto in luoghi familiari. Negli ultimi tre anni il 25,8% delle violenze subite si è verificato a casa della vittima o di amici e parenti, l'11,8% in automobile, il 9,9% a lavoro o negli spazi attinenti. Il 28,8%, invece, è avvenuto in strada, il 4,3% in un parco pubblico, o in un giardino o al mare e il 5,9% in un locale pubblico.

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere informazioni generali e sulle nostre iniziativi.
captcha 
Terms and Conditions
Powered by CoalaWeb

Links utili

image A Recanati è operativo lo sportello antiviolenza e antistalking.
image Elenco dei centri antiviolenza nelle province della regiona Marche.
image Rete nazionale antiviolenza - Numero di pubblica utilità 1522

Video

Welcome to ladbrokes sign-up information.